Correzione

Dove scrive d'estate Deborah Donatoè lo stesso concorso di due anni fa ed è lo stesso romanzo, o forse no. Solo che due anni fa non sono passata e ho ricevuto critiche, che mi hanno fatto male, inutile negarlo. Ora sono passata in semifinale e la cosa di per sé potrebbe non avere importanza (mica è lo Strega!) eppure ce l’ha proprio perché è lo stesso romanzo, passato attraverso due anni di lavoro su parole, avverbi, personaggi e, neanche a dirlo, me stessa.

Ho letto i giudizi e m hanno emozionato, proprio perché vedevano questo lavoro e le critiche che ci sono state vanno nella stessa direzione della correzione che ho intrapreso. Le sottoscrivo una per una.

È meraviglioso scrivere: è un lavoro di continua perfettibilità, come dovrebbe essere la vita.

Annunci

8 Comments

  1. Le critiche costruttive a volte ci buttano giù ma ci danno la motivazione per andare avanti,tu ne sei un esempio,complimenti e in bocca al lupo

  2. Ogni tanto fa bene rileggere certi passaggi…
    “L’apprendista scrittore che riesce, di tanto in tanto, a fare qualcosa di interessante nel campo linguistico – dimostrando di ascoltare realmente se stesso e di esaminare attentamente le parole per carpirne i segreti – dà sufficiente prova di essere uno scrittore promettente. Di solito, l’unico talento che non possa essere coltivato è quello che non esiste affatto.” [J. Gardner]
    Seguo il tuo blog, leggendo quotidiani spunti con interesse.
    Buona giornata,
    Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...