Reparto maternità

Ho trovato come segnalibro del libro di Rattalino su Benedetti Michelangeli un biglietto inviatomi al Reparto di maternità del Policlinico, in occasione della nascita di Giulia. Sento uno strano calore dentro, ogni volta che constato che mi muovo sempre e ovunque con dei libri, che essi sono dalla mia infanzia i compagni silenziosi.

Mentre Giulia stava per venire fuori io sognavo il Debussy di Michelangeli, silenzioso e soave come la mia piccola.

20140626-081815-29895527.jpg

Annunci

7 Comments

  1. Capita anche a me di ritrovare frammenti di ricordi fra le pagine di libri amati e la sensazione è di serena constatazione di quanto la passione per il privato dialogo con l’autore o il testo non si sia esaurito. Nonostante gli anni e i cambi di rotta ammetto questa ottusa coerenza 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...