Che cos’è il romanzo ?(prima di una serie di parti)

.

«Lo studio degli altri generi letterari  è analogo allo studio delle lingue morte; lo studio del romanzo, invece, è analogo allo studio delle lingue vive e giovani».

Michail Bachtin

Stamattina pensavo che, nella difficoltà a definire cosa sia il romanzo, mi piace partire dal legame strettissimo fra questo e la lingua. La parola “romanzo” infatti, nasce da romans, romant, roman o romanz  in francese antico, che a loro volta derivano dall’avverbio latino romanice.  ROMANIE LOQUI (parlare al modo dei cittadini che in origine erano romani) si oponeva tanto al LATINE LOQUI (coloro che parlavano nel latino originario, senza imbarbarimenti) quanto dalla TEUDISCA LINGUA (l’insieme di lingue di ceppo barbarico).

I popoli della Romània (area geografica dominata da Roma) non parlavano più il latino, ma il romanzo. Curtius vede una continuità tra la cultura latina e quella romanza, mentre Auerbach legge nell’anno Mille e nel fenomeno dell’urbanizzazione il momento di rinascita della cultura europea, con forti spinte innovative, in rottura con la tradizione.

In Francia, nella prima metà del XIII secolo,  romanz significa anche  testo scritto in lingua volgar e andrà presto a indicare  il genere letterario più diffuso in lingua romanza: la narrativa cavalleresca. In Italia, tra Dante e Petrarca usano il termine Romanzo, per designare la narrazione in prosa. « Versi d’amore e prose di romanzi» (Purgatorio, XXVI canto, v 118).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...