Le stelle sopra il soffitto

“A quanti uomini, presi nel gorgo d’una passione, oppure oppressi, schiacciati dalla tristezza, dalla miseria, farebbe bene pensare che c’é sopra il soffitto il cielo, e che nel cielo ci sono le stelle. Anche se l’esserci delle stelle non ispirasse a loro un conforto religioso, contemplandole, s’inabissa la nostra inferma piccolezza, sparisce nella vacuità degli spazii, e non può non sembrarci misera e vana ogni ragione di tormento”.

IMG_1309

I poeti, gli scrittori, la luna, le stelle.

L’umorismo deve tanto a Copernico, però questa pagina dei Quaderni d Serafino di Gubbio quasi lo dimentica, per tornare a Leopardi.

Annunci

2 Comments

  1. Detto da Pirandello fa sorridere. Quante implicazioni sottili si possono leggere nello scrittore che più di ogni altro ha sviscerato l’uomo nelle miserie e nei tratti della quotidianità. Sembra che Pirandello quasi lo suggerisca a molti dei suoi personaggi: ma ‘che’ ti affanni, guarda il cielo.
    E poi sì, il cielo stellato ai più è immobile, a occhi attenti è vivo.
    E fa sognare tanto immergersi in quei lontani mondi dalle alte sfere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...