Alla finestra

Odiavo vedere la testa di mia madre, quando voltavo l’angolo per tornare a casa. La chiamavo la piccola vedetta lombarda, per implorarla di smettere, che non sarei apparsa prima se lei stava a stirarsi il collo. Poi, c’era mia nonna, che si sbracciava al balcone, quando io o mio cugino stavamo alla fermata dell’autobus. Più il sette sbarrato tardava, più quello sguardo mi innervosiva, come se fosse la causa del ritardo.
Ora c’è Federico con la bicicletta nuova, con tre amici che gli chiedono di andare oltre la
Piazza, al fiume, dicono. C’è la strada da attraversare, ci sono le macchine, i motorini, a volte i camion. C’è una testa alla finestra, la mia.

IMG_0643-0

Annunci

6 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...