Una moglie giovane e bella


Quando un romanzo lo leggo in un giorno, mi dico alcune cose: mi ha preso, è scritto in modo (troppo?) fluido.

Che io sia poi una che usa il (troppo) davanti al fluido, è cosa di cui si può discutere, è ovvio.

Cosa non mi piace? Che un romanzo si regga su un’unica idea. Io amo i romanzi stratificati, dove si intrecciano temi e narrazioni. Qui l’idea – svelata già dal titolo – è la differenza d’età fra il marito e la moglie e come questa differenza formi e poi deformi il rapporto.

Non c’è altro.

Però il modo in cui l’autore va avanti e indietro nel tempo, intreccia ricordi e anticipa percorsi mi è piaciuta. Tranne l’inizio: gli amici che domandano: “come vi siete conosciuti?” Per dare il via al fiume di ricordi, proprio non mi è andato giù.

Annunci

9 Comments

  1. Autore sconosciuto e romanzo a maggior ragione sconosciuto. Belli gli stimoli che trovo qui. Anche io sto leggendo un romanzo di un autore americano nuovo per me (Purity) anche questa mia lettura scorre fluida e capisco il tuo “troppo”. Penso che dovremmo saper apprezzare la musica pop come la musica sinfonica senza mai metterle a confronto, così eviteremo di definire la prima “troppo orecchiabile”. 🙂

      1. Solo ora che sono nel cuore del libro (oltrepassata la metà) capisco perchè ti è piaciuto. Un bell’intreccio di personaggi e di storie narrate saltando in cronologie diverse con i personaggi che si incrociano. Confesso che all’inizio, specie nel racconto di Berlino Est mi ero un po’ raffreddato, ora mi coinvolge molto. Aspetto di finirlo per dare un giudizio definitivo. 🙂

      2. Oddio! Io l’ho trovato irresistibile (come personaggio, intendo). È magnetico,m. Che bello, però che i lettori prendano strade così diverse.

      3. Come ti dicevo Purity è il primo libro che leggo di Franzen ed ora che l’ho finito come promesso devo darti il mio giudizio.
        Il mio giudizio sintetico potrebbe essere: “Meno male che c’è Pit !”. E’ una storia molto articolata con un bel gruppo di personaggi ben approfonditi attraverso le loro interrelazioni che si sviluppano nell’arco di tempo di quasi 60 anni. Ognuno di questi personaggi in maniera quasi pedagogica costituisce una rappresenta di caratteristiche sia psicologica che storiche ed attraverso di loro Franzen vuole affrontare l’enciclopedico obiettivo di darci il suo punto di vista su: Comunismo, Consumismo, Femminismo, Ambizione, Senso di Colpa, Potere, Lotta al Potere, Libertà, Internet, Amore …..
        Ne scaturisce un romanzo che appassiona, perchè lo scrittore è capace e sa giocare con il tempo che va avanti ed indietro tra fine 900 e anni 2000, sa anche giocare con l’introspezione psicologiche e l’azione che naviga tra due continenti. Il libro è godibile e si legge con piacere ma fortuna che c’è Pit, ovvero la purezza e la speranza nella gioventù che questo personaggio sa esprimere se no tutto sarebbe molto cupo e senza speranza.
        That’s all 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...