La politica cambia sempre. Le storie inventate mai

“Perché un racconto dovrebbe essere socio-qualcosa? La politica…la cultura…la storia…non sono forse gli ingredienti naturali di qualsiasi racconto, se ben scritto? (…) Cioè…non potreste permettere a un racconto di essere semplicemente un racconto?”.

  
Quanto di Stephen King c’è in Bill Denbrough? Trovo le riflessioni  di quest’ultimo sulla narrativa meravigliose: “Se mai narrativa e politica diventeranno intercambiabili, mi ucciderò, perché non saprò che cos’altro fare. La verità  è che la politica cambia sempre. Le storie inventate mai”.
Permettere a un racconto di essere solo un racconto. Perché questo fa tanto orrore a molti scrittori?

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...